Comunicato n. 85: Il Dirigente incontra le famiglie

Comunicato n. 85: Il Dirigente incontra le famiglie

Il Dirigente è lieto di incontrare le Famiglie dei futuri alunni della Scuola dell’Infanzia e delle future classi Prime della Scuola Primaria e Secondaria di I ciclo

nei giorni 11,12,e 13 Gennaio 2021


Open day IC Borgaretto-Beinasco

Open day IC Borgaretto-Beinasco

L’Istituto Comprensivo Borgaretto-Beinasco ha il piacere di invitare le famiglie agli open day della nostra scuola che si svolgeranno on line secondo il seguente calendario:

Scuola secondaria di primo grado: Plesso VIVALDI 14 dicembre ore 18:00-19:00 

Partecipa alla riunione da computer, tablet o smartphone.
https://www.gotomeet.me/openday1/openday14
Codice accesso: 822-796-405

Scuola primaria: Plesso Calvino/DI Nanni: 15 dicembre ore 18:00-19:00 

Partecipa alla riunione da computer, tablet o smartphone.
https://www.gotomeet.me/openday1/openday15
Codice accesso: 336-914-285

Scuola dell’infanzia: Plesso Gatti/Disney: 16 dicembre ore 18:00-19:00

Partecipa alla riunione da computer, tablet o smartphone.
https://www.gotomeet.me/openday1/openday16
Codice accesso: 643-492-037

Visualizza la Brochure e la locandina dell’OPENDAY:

Allegati

DALLA BIELORUSSIA A BORGARETTO

DALLA BIELORUSSIA A BORGARETTO

Incontro delle classi terze con i Bielorussi

Il giorno 10 Gennaio 2020, il venerdì della prima settimana di scuola dopo le vacanze di Natale, sono venuti dei ragazzi della Bielorussia per raccontarci la storia dei fatti accaduti a Chernobyl.

L’incontro è avvenuto presso l’auditorium della Scuola Vivaldi di Borgaretto ed è durato circa due ore. Abbiamo visto alcuni video che spiegavano che il 26 aprile 1986 nella centrale nucleare V.I. Lenin, a tre km dalla città di Pripyat, ci fu il più grave incidente di tutti i tempi.

Poco dopo l’incidente, la città di Pripyat venne evacuata e in poco tempo diventò una città fantasma. La cosa che ci ha colpiti e sconvolti maggiormente è il fatto che in quella città non è potuto mai più tornare nessuno ed è ancora completamente abbandonata, lasciata nelle stesse condizioni del giorno in cui è stata evacuata.

 

PRIPYAT A PIU’ DI 30 ANNI DAL DISASTRO

 

Per salvare le persone dalle radiazioni della centrale di Chernobyl, fu costruito un sarcofago che ricopriva la centrale; essendo stato costruito in pochissimo tempo purtroppo iniziò presto a creparsi e le radiazioni fuoriuscirono, quindi fu costruito un secondo sarcofago. Però queste radiazioni, che oramai si erano disperse, provocarono molte malattie visibili anche nelle generazioni future: per esempio, un bimbo poteva nascere senza un qualche arto.

 

Questi ragazzi vengono periodicamente in Italia ed in altre città d’Europa e vivono in appartamenti ospiti di alcune famiglie. Questi viaggi sono organizzati dall’associazione “San Matteo” di Nichelino, che aiuta queste persone quando sono in difficoltà.

Quando questi ragazzi sono venuti a scuola erano accompagnati da alcuni adulti che fanno parte di questa associazione. Tra questi c’era una ragazza di nome Mariana, che faceva da traduttrice ai ragazzi stranieri che si sono seduti in mezzo a noi. In questo modo siamo riusciti a dialogare e scambiare qualche parola con loro, anche se solamente la ragazza più grande ha parlato con noi, mentre le altre erano più timide.

L’incontro è stato molto bello e interessante, ha colpito molto tutti noi  ragazzi e ci ha dato modo di affrontare un argomento meno conosciuto dai giovani.

Creato dai ragazzi della 3°B

 

LE CLASSI TERZE INCONTRANO UN GIORNALISTA ALLA VIVALDI! 

Una mattinata con alcuni ospiti provenienti dalla Bielorussia per parlare di CHERNOBYL

 

GIORNALISTA: Ciao ragazzi, ho saputo che avete incontrato dei ragazzi provenienti dalla Bielorussia. Di cosa avete parlato?

RAGAZZI: Ciao! Sì sono venuti a parlarci alcuni ragazzi e ci hanno raccontato di una tragedia successa molti anni fa i cui danni sono ancora visibili e presenti in gran parte del mondo. La catastrofe di Chernobyl!

GIORNALISTA: Raccontatemi come è avvenuto l’incontro.

DESIREE’: Sono venuti 6 ragazzi di un’età compresa tra gli 8 ed i 16 anni, e abbiamo chiesto loro di parlarci di questo incidente.

ALESSANDRO: I ragazzi erano tutti molto tranquilli, vengono in Italia o in altri paesi d’Europa per le vacanze di Natale o per le vacanze estive. Vengono in Italia per scappare da una brutta realtà e raccontarla.

REBECCA: Vengono accolti in alcune strutture per un mese e vivono lì come se fossero in vacanza, vanno a visitare le città e grazie ad un’associazione vanno nelle scuole proprio come hanno fatto con noi.

GIORNALISTA: Wow!!! ragazzi che bella esperienza! Potrebbe sembrare una domanda un po’ sciocca, però come comunicavate?

CHIARA: Semplicemente c’era un’interprete che traduceva le nostre domande e le loro risposte.

GIORNALISTA: Vi hanno per caso detto come hanno reagito e che cosa pensano le loro famiglie?

AYMAN: Sì, i genitori di questi ragazzi pensano che il governo non gli abbia mai rivelato tutta la verità e ci sia ancora qualcosa di nascosto che non trapela.

RAGAZZI: Questa esperienza è stata molto bella, ci ha colpito nel profondo del cuore, ci ha fatto capire che bisogna apprezzare tutte le cose che abbiamo, anche quando sono poche.

 

                                                                                                                                                                                                 I RAGAZZI DELLA TERZA MEDIA VIVALDI

Allegati

Certificazioni EIPASS Junior

Certificazioni EIPASS Junior

EIPASS Junior

Un programma costruito intorno ai ragazzi con il coinvolgimento attivo dei docenti e dei genitori

Nato dall’esperienza EIPASS, EIPASS Junior è il primo programma di Cultura digitale per studenti del XXI secolo. Il programma è certificato CERTIPASS – ente erogatore dei programmi internazionali di certificazione delle competenze informatiche EIPASS, e si inserisce nel panorama formativo italiano come percorso di eccellenza nel settore dell’acquisizione di competenze ICT.

Il punto di riferimento da cui nasce il programma EIPASS Junior è la Raccomandazione del Consiglio Europeo relativa alle Competenze Chiave per l’apprendimento permanente (22 maggio 2018).

 

L’obiettivo di EIPASS Junior è di formare individui in grado di utilizzare in maniera efficace e consapevole gli strumenti digitali, di capirne il funzionamento e di produrre contenuti attraverso essi. Imparare a utilizzare questi strumenti significa riuscire a sviluppare le competenze richieste nel XXI secolo, come il problem-solving, la flessibilità, la collaborazione e la comunicazione, la conoscenza sociale culturale, la curiosità e l’adattabilità.

Fra le 8 competenze chiave citate dalla Raccomandazione, EIPASS Junior si concentra su 2 in particolare: quella digitale e quella alfabetica funzionale.

La competenza digitale

Presuppone l’interesse per le tecnologie digitali e il loro utilizzo con dimestichezza e spirito critico. Comprende l’alfabetizzazione informatica e digitale e quella mediatica, la comunicazione e la collaborazione, la creazione di contenuti digitali (inclusa la programmazione), la sicurezza (compreso l’essere a proprio agio nel mondo digitale e possedere competenze relative alla cyber sicurezza), le questioni legate alla proprietà intellettuale, la risoluzione di problemi e il pensiero critico.

 

La competenza alfabetica funzionale

È la capacità di individuare, comprendere, esprimere, creare e interpretare concetti, sentimenti, fatti e opinioni, in forma orale e scritta. Incentiva l’utilizzo di materiali visivi, sonori e digitali, attingendo a varie discipline e contesti. Implica l’abilità di comunicare e relazionarsi efficacemente con gli altri in modo opportuno e creativo.

 
 

Il Metodo

L’ alfabetizzazione informatica non è semplicemente un obiettivo, ma un vero e proprio strumento che permette di potenziare l’apprendimento anche di tutte le discipline e competenze trasversali.

Per consentire agli studenti di acquisire le competenze previste, proponiamo un metodo didattico costruito intorno a ragazzi e pensato in ogni dettaglio per venire incontro alle loro esigenze, unendo teoria e pratica, nozioni e strumenti, spazi di riflessione e attività di laboratorio.

La formazione è differenziata a seconda che si tratti di alunni della scuola primaria o della secondaria di primo grado, con il coinvolgimento attivo degli studenti, dei docenti e dei genitori. I docenti referenti del programma potranno acquisire, seguendo un percorso di abilitazione suddiviso in 7 moduli, la qualifica di Formatore EIPASS Junior, abilitato da CERTIPASS, e realizzare lezioni in classe, laboratori e approfondimenti che guidino al meglio gli studenti nel percorso di certificazione.

Le tematiche approfondite nel percorso dedicato alla scuola Primaria sono trattate a un livello basico, con una selezione degli argomenti adatta alla fascia di età compresa tra i 7 e i 10 anni. Nel percorso per la secondaria di I grado, gli argomenti sono trattati a un livello più avanzato, con una selezione di approfondimenti adatti alla fascia di età compresa tra gli 11 e i 13 anni.

Il metodo didattico utilizzato nel programma EIPASS Junior fornisce:

  • nozioni e strumenti utili ad acquisire competenze ICT di base, in linea con quanto previsto dal Syllabus di Elementi di Informatica per la scuola dell’Obbligo (documento MIUR, 2010)
  • spunti di riflessione e applicazione che indicano i possibili utilizzi degli strumenti ICT non solo per le abilità informatiche ma per tutte le discipline e le competenze trasversali.

Il Programma prevede la formazione per Docenti e Genitori

DOCENTI

Per i docenti è stato strutturato un corso di formazione in modalità e-learning che consente di diventare Formatori EIPASS Junior e realizzare lezioni in classe, laboratori e approfondimenti con gli studenti dai 7 ai 13 anni in fase di certificazione.

GENITORI

Per i genitori è previsto un video corso sul tema della genitorialità digitale, per fornirgli un approfondimento dedicato alle nuove sfide educative alle quali la tecnologia mette davanti.da n°140 pagine ed è stata pubblicata da Forprogest Editore.

Libro Scuola Secondaria di I grado

Questa è un’anteprima limitata del libro EIPASS Junior Scuola Secondaria di I grado. La versione stampata con ISBN 978-88-99874-27-8 è composta da n°124 pagine ed è stata pubblicata da Forprogest Editore.

 

Libro Scuola Secondaria di I grado

Questa è un’anteprima limitata del libro EIPASS Junior Scuola Secondaria di I grado. La versione stampata con ISBN 978-88-99874-27-8 è composta da n°124 pagine ed è stata pubblicata da Forprogest Editore

Le immagini ed il testo dal sito EIPASS il link:https://junior.eipass.com​

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi